Regione Piemonte

Segnalazione Certificata Inizo Attività - SCIA edilizia

Ultima modifica 29 luglio 2019

Settore Pianificazione e Gestione del Territorio

Responsabile del Procedimento

Ing. Matteo Tricarico - matteo.tricarico@comune.sanmaurotorinese.to.it

Dirigente responsabile

Ing. Matteo Tricarico

Descrizione del procedimento e riferimenti normativi

Gli interventi edilizi non riconducibili all'elenco di cui agli artt. 6, 10 e 22 comma 3 del D.P.R. 380/2001 e s.m. i. sono realizzabili tramite Segnalazione Certificata di Inizo Attività effettuata dal proprietario, o da chi ne abbia titolo, corredata del progetto dei lavori da eseguire, delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni, della relazione asseverata di un tecnico abilitato e, ove necessari, degli atti di autorizzazione o nullaosta, comunque denominati, rilasciati dalle Amministrazioni preposte alla tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale.
Sono realizzabili mediante Segnalazione gli interventi di cui commi 1, 2 e 2-bis dell’art. 22 del D.P.R. n. 380/2001 e comma 2 dell’art. 8 della L.R. n.20/2009, in particolare:

  • le varianti a permessi di costruire che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, non alterano la sagoma dell'edificio (qualora sottoposto a vincolo ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni o ricadente all’interno delle zone omogenee A) di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444) e non violano le eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire. E' comunque salva la facolta' dell'interessato  di  chiedere  il rilascio  di  permesso  di  costruire  per  la  realizzazione   degli interventi di cui ai commi 1 e 2 dell’art.  22 del D.P.R. n.380/ 2001. L'inizio dei lavori è contestuale alla presentazione della SCIA in quanto la stessa è immediatamente efficace; entro il temine di tre anni dalla data di deposito della SCIA l'interessato è invece tenuto a presentare la comunicazione di fine lavori. Il progettista abilitato deve emettere inoltre un certificato di collaudo finale che attesti la conformità dell'opera al progetto presentato e prova dell'avvenuta presentazione all'Agenzia del Territorio della documentazione ai fini dell'accatastamento o dichiarazione che l'intervento è esonerato dalla denuncia catastale.

Unitamente alla SCIA è necessario fornire l'indicazione dell'impresa cui sono affidati i lavori ed inserire i codici e le matricole di iscrizioni identificativi delle imprese ai fini della verifica della regolarità contributiva delle stesse.

Prima della presentazione della SCIA l'interessato puo' altresì richiedere agli Uffici della Sezione Edilizia di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso, comunque denominati, necessari per l'intervento edilizio. In tal caso gli Uffici comunicheranno, tempestivamente, all'interessato l'avvenuta acquisizione degli atti di assenso. Se tali atti non vengono acquisiti entro il termine di 60 giorni dalla presentazione dell’istanza, si applica quanto previsto dal comma 5-bis dell’art. 20 del D.P.R. n. 380/2001 (ossia il responsabile degli Uffici indice la Conferenza di Servizi ai sensi degli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241). Alternativamente l’interessato ha la possibilità di presentare, contestualmente, sia la SCIA che l'istanza di acquisizione di tutti gli atti di assenso, comunque denominati, necessari per l'intervento edilizio. In tal caso l’inizio dei lavori può avere corso solo dopo la comunicazione da parte degli Uffici dell'avvenuta acquisizione dei medesimi atti di assenso (o dell'esito positivo della conferenza di servizi).

Normativa di riferimento:

  • Art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modifiche “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”
  • Art. 5, comma 2, lettera c) del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 “Semestre Europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia” , convertito con modificazioni dalla L. 12 luglio 2011, n. 106
  • Artt.. 22 e 23-bis del D.P.R. n.380 del 6 giugno 2001 e successive modifiche "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”
  • Art. 8 della L. R. n. 20 del 14 luglio 2009 e successive modifiche “Snellimento delle procedure in materia di edilizia e urbanistica”
  • Art. 49, comma 1,della L.R. 5 dicembre 1977, n. 56 e successive modifiche “Tutela ed uso del suolo”

Soggetto cui e’ attribuito, in caso di inerzia del dirigente responsabile, il potere sostitutivo di adozione del provvedimento finale, modalità per attivare tale potere

Il soggetto cui è attribuito il potere sostitutivo è il Segretario Generale Dott. Gerardo Birolo - Telefono 0118228019 - mail: gerardo.birolo@comune.sanmaurotorinese.to.it
Il potere di intervento sostitutivo viene attivato rivolgendo richiesta scritta da inoltrarsi all’indirizzo di posta elettronica sopra riportato. (Art. 2, c. 9 bis, L. 241/90)

Atti e documenti da allegare all'istanza, modulistica e fac-simile di autocertificazioni

La SCIA deve essere redatta utilizzando l’apposito Modello predisposto dall’Amministrazione Comunale disponibile presso la Segreteria Amministrativa dei Servizi Edilizia e Urbanistica del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio Via Martiri della Libertà 150, 2° Piano, e scaricabile dal sito web istituzionale del Comune www.comune.sanmaurotorinese.to.it alla voce "Modulistica"
Nel sito è altresì reperibile tutta l’ulteriore modulistica da utilizzare per la stesura della Relazione asseverata del tecnico abilitato, per la Dichiarazione di fine lavori e per le autocertificazioni, nonché l’elencazione della documentazione da allegare alla Segnalazione.Costi e modalità per effettuare i pagamenti

  • euro 60,00 per diritti di segreteria da pagarsi al momento della presentazione presso la Segreteria dei Servizi Edilizia e Urbanistica del Settore pianificazione e gestione del territorio
  • eventuali costi per il rilascio di atti da parte di Uffici terzi, saranno comunicati dalla Segreteria Amministrativa dei Servizi Edilizia e Urbanistica del Settore pianificazione e gestione del territorio
  • versamento, in base al tipo d’intervento e se dovuto, di un contributo, commisurato al costo di costruzione, calcolato dai competenti Uffici secondo le vigenti disposizioni normative ed i relativi importi deliberati dal Comune. Il versamento deve essere effettuato alla Tesoreria Comunale presso la Banca dei Paschi di Siena, sita in San Mauro Torinese in Via Martiri della Libertà n. 58, IBAN IT 28 Z 01030 30940 000000496233

Ufficio competente

Sezione Edilizia - del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio Via Martiri della Libertà 150, 2° Piano
Orario di apertura al pubblico: mercoledì e venerdi dalle ore 08.30 alle 12.30
e-mail: edilizia@comune.sanmaurotorinese.to.it- Fax n. 011/8228001
Tel. 011/8228003 Geom. Valter Casalegno
Tel. 011/8228068 Dott.ssa Paola La Porta
Tel. 011/8228060 Geom. Sveva Secchiero
Pec: settore.tecnico@cert.comune.sanmaurotorinese.to.it

La domanda per il rilascio del Permesso di Costruire può essere presentata all'Ufficio Protocollo della Segreteria Generale Via Martiri della Libertà 150, 1° Piano.
Orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 12.30; lunedì e mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.
La trasmissione di documentazione per via telematica deve essere invece effettuata, tramite PEC:
settore.tecnico@cert.comune.sanmaurotorinese.to.it

Costi e modalità per effettuare i pagamenti

  • euro 60,00 per diritti di segreteria da pagarsi al momento della presentazione presso la Segreteria dei Servizi Edilizia e Urbanistica del Settore pianificazione e gestione del territorio Via Martiri della Libertà 150, 2° Piano aperti al pubblico nei giorni mercoledì e venerdi dalle ore 08.30 alle 12.30.
  • eventuali costi per il rilascio di atti da parte di Uffici terzi, saranno comunicati dalla Segreteria Amministrativa dei Servizi Edilizia e Urbanistica del Settore pianificazione e gestione del territorio
  • versamento, in base al tipo d’intervento e se dovuto, di un contributo, commisurato al costo di costruzione, calcolato dai competenti Uffici secondo le vigenti disposizioni normative ed i relativi importi deliberati dal Comune. Il versamento deve essere effettuato alla Tesoreria Comunale presso la Banca dei Paschi di Siena, sita in San Mauro Torinese in Via Martiri della Libertà n. 58, IBAN IT 28 Z 01030 30940 000000496233.