Interventi ulteriori di contrasto all’emergenza abitativa

Ultima modifica 21 luglio 2020

Settore Servizi alla persona – Ufficio Casa

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO, RECAPITO TELEFONICO E INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA ISTITUZIONALE:

Eugenio Monticone; telefono 011-8228024;

e-mail : eugenio.monticone@comune.sanmaurotorinese.to.it

DIRIGENTE RESPONSABILE

Dott.ssa Silvia Cardarelli

DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO E RIFERIMENTI NORMATIVI :

Il Cittadino che si trova in una situazione di emergenza abitativa, oltre a richiedere l’assegnazione in locazione di unità abitativa di Edilizia sociale, potrà contare su ulteriori interventi di contrasto all’emergenza abitativa posti in essere dal Comune di San Mauro Tor.se ed in particolare:

contributo di affitto assistito sul mercato privato delle locazioni;

sistemazione in strutture ricettive quali residence per un periodo massimo di 12 mesi;

pagamento, per un periodo massimo di 12 mesi, dell’indennità di occupazione (per un importo mensile da concordarsi con il proprietario), per il solo periodo successivo alla data fissata per la esecuzione a favore del proprietario procedente (a seguito di sfratto), che abbia accettato di rinviare la data della esecuzione del rilascio;

sistemazione temporanea in alloggi di proprietà comunale specificamente destinati ad offrire ospitalità in via transitoria per massimo 12 mesi;

erogazione di un contributo economico per l’emergenza abitativa destinato al pagamento di deposito cauzionale o canoni di locazione relativi ad alloggi reperiti autonomamente dal cittadino per un importo massimo di € 1.500,00.

Le situazioni di emergenza abitativa rilevanti per poter accedere agli interventi in parola sono le seguenti:

giudizio di convalida di sfratto per morosità o per finita locazione; procedura esecutiva immobiliare; provvedimento giudiziale di rilascio dell’abitazione coniugale a seguito di sentenza di assegnazione all’altro coniuge;

ordinanza di sgombero per tutela della salute pubblica, per grava pericolo di incolumità, per inidoneità igienico abitativa accertata;

ogni evento imprevisto che determini improvvisa inagibilità, certificato dai tecnici competenti, dell’alloggio;

calamità naturali;

grave disagio sociale ed economico certificato dai servizi socioassistenziali

I requisiti di accesso al servizio, oltre alla situazione di emergenza abitativa del nucleo familiare, sono i seguenti:

essere residente in questo Comune da almeno DUE anni

avere ISEE non superiore ad € 6.000,00 (€ 12.000,00 nel caso di richiesta di accesso ai benefici previsti per i contratti di affitto assistiti);

non essere i componenti dello stato di famiglia titolari di diritti reali (anche parziali) e personali di godimento su immobili destinati a civile abitazione.

Per i contratti d’ affitto assistiti è d’impedimento all’ accesso al servizio la sola titolarità di diritti reali esclusivi su immobili di civile abitazione ubicati nel territorio regionale.

 

La materia è regolata dalle seguenti fonti: - Delibere Giunta Comunale n. 49/2012; n. 81/2013; n. 6/2014.

TERMINE PER L’ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO FINALE :

Le comunicazioni di emergenza vengono istruite e conservate dall’Ufficio. Nel momento in cui il Comune ha la disponibilità finanziaria o di unità abitativa temporanea, la Giunta comunale, valutata la gravità di tutte le situazioni di emergenza comunicate, procede alla concessione del beneficio richiesto al nucleo familiare nella situazione di emergenza giudicata prioritaria.

SOGGETTO CUI E’ATTRIBUITO, IN CASO DI INERZIA DEL DIRIGENTE RESPONSABILE , IL POTERE SOSTITUTIVO DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO FINALE, MODALITA’ PER ATTIVARE TALE POTERE, INDIRIZZO E RECAPITI

Segretario Generale Dott. Gerardo Birolo

E-mail: gerardo.birolo@comune.sanmaurotorinese.to.it

Il potere di intervento sostitutivo viene attivato rivolgendo richiesta scritta da inoltrarsi all’indirizzo di posta elettronica sopra riportato.

ATTI E DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA, MODULISTICA E FAC SIMILE DI AUTOCERTIFICAZIONI:

Modulo di comunicazione disagio abitativo ai fini dell’accesso ai contratti di affitto assistito
Modulo di comunicazione di emergenza abitativa

I documenti richiesti sono:

- ogni documento idoneo a provare lo stato di disagio abitativo sopra descritto

All’atto della presentazione della domanda è richiesta l’esibizione/copia di valido documento di identità del richiedente.

Al richiedente verrà anche chiesto di indicare per iscritto il numero di protocollazione INPS della propria attestazione ISEE in corso di validità.

Ufficio Competente

L’istanza, compilata sull'apposito modulo (reperibile qui online oppure in formato cartaceo presso l’Ufficio Casa e presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico), va consegnata all’Ufficio Casa di S. Mauro T.se - Via Martiri della Libertà 150,

telefono 011/822.80.62

mail: ufficio.casa@comune.sanmaurotorinese.to.it

o presentandola di persona, previo appuntamento telefonico, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12,30, il lunedì anche dalle ore 16,00 alle ore 18,00

o inviandola per posta, anche via mail, debitamente firmata e corredata dei documenti allegati e del documento di identità del sottoscrittore.

COSTI E MODALITA’ PER EFFETTUARE I PAGAMENTI

€ 16,00 di marca da bollo amministrativa da applicare sull’istanza

STRUMENTI DI TUTELA AMMINISTRATIVA E GIURISDIZIONALE RICONOSCIUTI DALLA LEGGE A FAVORE DELL’INTERESSATO

Avverso la deliberazione della Giunta Comunale di concessione del beneficio è ammesso ricorso giurisdizionale, con l’obbligatoria assistenza di un legale, al Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, Corso Stati Uniti, 45, Torino entro 60 giorni decorrenti dalla pubblicazione dell’atto oppure, in alternativa, Ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni decorrenti dalla pubblicazione dell’atto.